Pubblicati i nuovi regolamenti UE sulla progettazione ecocompatibile e sulla etichettatura energetica, che cosa cambia?

18/02/20

Lo scorso dicembre sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea i regolamenti 2019/2020 sulla progettazione ecocompatibile e 2019/2015 relativo alla etichettatura energetica. Con questi nuovi regolamenti specifici per il settore illuminazione, la commissione europea introduce, a partire dal 2021, i nuovi criteri di progettazione e una nuova etichetta energetica con classi “riscalate”. E non vi è dubbio che ciò avrà un deciso impatto sul settore lighting. Peraltro era una decisione attesa e inquadrata all’interno della più ampia strategia di implementazione di economia circolare.

34/5000 synoptic framework for new regulations
source www.assil.it

Nello specifico, il primo regolamento – UE 2019/2020 Ecodesign – introduce la grande novità di integrare in un unico testo, il cosiddetto Single Lighting Regulation, tutti gli elementi della legislazione per i prodotti del settore illuminazione. I criteri di progettazione ecocompatibile stabiliti da questo nuovo regolamento entreranno in vigore a partire dal 1° settembre 2021.

Rispetto al nuovo regolamento sull’etichettatura energetica delle sorgenti luminose – UE 2019/2015 Energy Label – in vigore anch’esso dal 1° settembre 2021, la novità principale è il ritorno ad una classificazione compresa fra le lettere “G” ed “A” (dalla meno alla più efficiente) e le nuove disposizioni relative alle dimensioni e alla grafica “Lay-out” per le due tipologie prescritte. Viene introdotto anche l’obbligo di presentare sull’imballo delle sorgenti luminose un QR Code che consentirà agli utenti e alle autorità di controllo di accedere alle informazioni della sorgente luminosa registrate dal “Fornitore” (produttore o importatore, a seconda dei casi) sul database EPREL (European Product Registry for Energy Labelling) mediante il sito web di pubblico accesso.

Domus Line, assistita anche da ASSIL (Associazione nazionale italiana dei produttori di apparecchi di illuminazione) e Lighting Europe (Associazione europea di settore costituita dalle associazioni nazionali dei produttori di apparecchi di illuminazione e dai produttori di fonti luminose), già da tempo ha attivato un focus group interno di cui fanno parte il responsabile ricerca e sviluppo, il compliance manager, il product manager e il marketing manager, per adeguare tutte le procedure interne e i prodotti ai nuovi standard.

 

Link ai nuovi regolamenti _

https://bit.ly/3bweIZF

https://bit.ly/37qNAYV